Immagine video: https://video.lastampa.it/cronaca/a-un-anno-dalla-tempesta-vaia-siamo-andati-a-vedere-come-stanno-le-foreste-della-val-visdende/104279/104294

Tra il 26 e il 30 ottobre del 2018 Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e in parte minore anche la Lombardia, furono colpiti da un’ondata di maltempo che lasciò sul campo tre morti, diversi feriti e 8,6milioni di metri cubi di alberi. Allo scirocco che soffiò a circa 200 km orari, si aggiunsero i 715 mm di pioggia caduti e registrati a Longarone, in provinciadi Belluno. A un anno da quella che venne chiamata la “Tempesta Vaia”, siamo andati a vedere come stanno le foreste della Val Visdende, nel bellunese, una delle aree più danneggiate (circa 700 ettari), dove sono caduti dai 250 mila ai300 mila metri cubi di alberi. Ad oggi, Protezione Civile, guardaboschi eproprietari delle foreste hanno recuperato solo un terzo del legno schiantatosia terra. La previsione è che si riesca a recuperare gran parte del legname nonprima della fine del 2020. «Prima di Vaia il legno della Val Visdende, che proveniva da alberi pregiati con un’età molto alta, anche 400 anni, era venduto a quasi 150 euro a metro cubo. oggi siamo a un decimo di quel prezzo. E se non tiriamo su da terra tutto quello che è la tempesta ha distrutto, varrà ancora meno, visto che potrebbe essere attaccato dal bostrico, un insetto che attacca gli abeti rossi», spiega Silvano Eicher Clere, da 30 anni presidente della Regola di Costalta e del Consorzio della Val Visdende. Ma di piantumazione di nuovi alberi nellavalle non ne vogliono sentir parlare: «Se la natura ha deciso che qua laforesta doveva essere distrutta, vuol dire che doveva andare così. Cento annifa qua c’erano solo pascoli, e ai pascoli torneremo. Se nei prossimi centoanni, poi, dovessero rinascere spontaneamente delle piante, bene. Ma noi nonvogliamo che venga piantato nulla». 

 

Servizio di Chiara Baldi https://video.lastampa.it/cronaca/a-un-anno-dalla-tempesta-vaia-siamo-andati-a-vedere-come-stanno-le-foreste-della-val-visdende/104279/104294

https://video.lastampa.it/

Ti è piaciuto questo articolo? 

Lascia un commento

Accedi o Registrati
Pubblicato da Antonella Marinelli