Dal Giappone il primo satellite di legno. "Basta detriti spaziali"

Dal passato al futuro, sempre passando attraverso il legno. La Sumitomo Forestry, azienda fondata nel 1691 che gestisce 16500 ettari di foresta in Giappone, sta progettando assieme all'Università di Kyoto i primi satelliti fatti di nuovi materiali realizzati partendo dagli alberi. Intende così combattere il fenomeno dei detriti che orbitano attorno alla Terra: l’idea, che dovrebbe diventare realtà nel 2023, è quella di avere dei satelliti che rientrando nell’atmosfera brucino senza rilasciare sostanze nocive e senza alcun rischio che dei frammenti raggiungano il suolo.

"Tutti i satelliti che decadono, bruciando, creano minuscole particelle di alluminio che galleggiano nell’aria per molti anni e prima o poi finiranno per avere un impatto sull’ambiente", ha spiegato alla Bbc Takao Doi, professore all'Università di Kyoto e astronauta giapponese nel 2008 nell'equipaggio Sts-123. Doi, curiosamente, è anche l’unico al mondo ad aver lanciato un boomerang nello spazio specificamente progettato per l'uso in condizioni di microgravità.

Continua a leggere al link: https://www.greenandblue.it/2021/01/08/news/sara_giapponese_il_primo_satellite_di_legno_lo_lanceremo_nel_2023_per_combattere_la_piaga_dei_detriti_spaziali_-280310307/?ref=RHTP-BH-I281542667-P1-S6-T1

https://www.greenandblue.it