In una nota il senatore leghista Stefano Corti commenta la precipitazione dei livelli di PM10 nell’aria:
 
‘Il netto calo della concentrazione di PM10 nell’aria di Modena dimostra, se mai ce ne fosse stato bisogno, che la vera fonte di inquinamento è rappresentata dal traffico veicolare.
In questi giorni in cui i cittadini che non sono costretti ad uscire per motivi di lavoro, passano più tempo in casa ed usano più di frequente camini e stufe a biomassa anche solo per compagnia, la qualità dell’aria è migliorata sensibilmente. Questo dimostra che le rilevazioni Arpae o sono eseguite male oppure in cattiva fede solo per penalizzare alcune energie rinnovabili a biomassa. Le minori emissioni sono dovute ad un forte calo della circolazione veicolare che comporta anche una riduzione dell’attrito dei pneumatici sull’asfalto ed il sollevamento delle polveri già presenti sul manto stradale. Spero che i sindaci modenesi usino il buonsenso prima di emanare in futuro provvedimenti inutili che penalizzano ingiustamente la corretta ed efficiente combustione di biomassa con umidità inferiore al 18% in generatori di calore di ultima generazione’.
https://www.sulpanaro.net/

Ti è piaciuto questo articolo? 

Lascia un commento

Accedi o Registrati
Pubblicato da Antonella Marinelli