Le stufe a pellet sono un valido investimento per la casa, permettono di ridurre i costi di riscaldamento rispetto ad un impianto a combustibile fossile, inoltre sono una scelta virtuosa per la salute della famiglia e per la tutela dell’ambiente. Le innovazioni nel settore non mancano ed orientarsi nel mercato non è semplice. Gli acquirenti indecisi si ripetono spesso alcune domande: “Cosa devo considerare? Quanto è giusto spendere per una stufa a pellet?”. In questo articolo tenteremo di capire cosa determina la variazione del prezzo finale imparando a valutare il costo idoneo di una stufa a pellet, per un acquisto ponderato e consapevole.

I prezzi delle stufe a pellet variano dalla dimensione, dalla potenza e dalla resa in termini energetici. La potenza può variare dalla necessità di riscaldamento degli ambienti della vostra casa. Una stufa a pellet può generare dai 4-5 kW e arrivare sino a 35 kW; più l’impianto è potente, più è complesso e questo implica una variazione di prezzo che può partire da 400 Euro sino a 5.000 Euro, e che può aumentare se scegliete modelli completi di ogni optional con design ricercati e materiali pregiati. Orientativamente le stufe a pellet con potenze inferiori ai 10 kw hanno un costo che può variare dai 400 Euro sino a 1.300 Euro; le stufe a pellet con potenze dai 15 e ai 20 kW arrivano sino a 2.500 Euro. Salgono a 5.000 Euro quelle con potenze che raggiungono i 35 kW.

Un altro elemento da considerare, e che incide notevolmente sui prezzi delle stufe a pellet, è la tipologia: ad aria o ad acqua (queste ultime dette anche “termostufe”). Solitamente gli impianti ad aria hanno una potenza compresa tra i 5 e i 15kW; sono meno costosi rispetto quelli ad acqua e sono idonei per ambienti medio piccoli (monolocali o bilocali); non hanno la capacità di una caldaia per il riscaldamento dei termosifoni e dell’acqua sanitaria e riscaldano solo per irradiamento e convezione gli ambienti. Indicativamente, i prezzi delle stufe a pellet ad aria possono variare da 400 Euro dei modelli più piccoli ad oltre 2.000 euro per i modelli più grandi.
Le stufe a pellet ad acqua invece hanno una potenza che può raggiungere i 35kW; vengono allacciate all’impianto idraulico, in questo modo possono alimentare i caloriferi della casa e produrre acqua sanitaria. Danno inoltre la possibilità di essere integrate ad altri sistemi di riscaldamento come per esempio i pannelli solari. Le potenzialità e la complessità della struttura giustificano costi più alti rispetto agli impianti ad aria e possono arrivare anche a 5.000 Euro (oltre questa cifra se si opta per un modello di design, materiali ricercati e completo di tutti gli optional).

Un altro aspetto da tenere in considerazione quando valutiamo i prezzi delle stufe a pellet di entrambe le tipologie sono le funzionalità dell’impianto. Per funzionalità intendiamo la programmabilità del sistema, il controllo da remoto o tramite app ed altre comodità che possono essere impostate. Chiaramente le proposte più tecnologiche hanno un costo più elevato rispetto a quelle basic. I prezzi delle stufe a pellet  possono variare anche per la dotazione di un sistema autopulente che semplifica notevolmente le operazioni di manutenzione ordinaria. Ulteriori caratteristiche che possono aumentare i costi sono legate a dati più estetici che funzionali, per esempio il materiale utilizzato per il rivestimento dell’impianto e il numero di accessori aggiuntivi che possono variare a seconda delle necessità effettive o dalle comodità che si desiderano. Modelli iper accessoriati e completi di tutte le ultime funzionalità possono superare 5.000 Euro.   

Teniamo a mente che al costo della stufa a pellet bisogna sommare anche quello dell’installazione; questa operazione deve essere svolta da un tecnico specializzato e varia a seconda delle attività che devono essere eseguite. Orientativamente l’installazione del solo generatore varia dai 250 Euro ai 700 Euro, esclusa canna fumaria che prevede dei prezzi aggiuntivi a seconda della tipologia; questa può essere in conglomerato cementizio, laterizio, materiale refrattario, acciaio comune o smaltato e avere un prezzo variabile da un minimo di 75 Euro sino ad un massimo di 500 Euro.

In conclusione, una stufa a pellet si sceglie a seconda delle esigenze e del gusto. Un impianto funzionale per il riscaldamento della vostra casa che funge a tutti gli effetti da complemento di arredo, un investimento che vi ripagherà negli anni per il costo inferiore del pellet e nella piacevolezza visiva di un elemento cardine della vostra abitazione.

 

Scritto da Elena Bittante

Ti è piaciuto questo articolo? 

Lascia un commento

Accedi o Registrati
Pubblicato da GIANCLAUDIO IANNACE