Tu sei qui

Prezzo prestagionale pellet, nocciolino di olive e delle altre biomasse nel 2021

Andamento del mercato, opportunità e problematiche legate alle diverse biomasse energetiche

Il pellet di legno è un grande successo commerciale da almeno 15 anni e lo sarà anche per i prossimi 15 anni, considerando i 2,5 milioni di impianti presenti in Italia e quelli che, ogni anno, anche grazie a interessanti incentivi, continueranno a far accrescere la massa di installato .

Il pellet di legno è la prima biomassa energetica che nasce come prodotto industriale e che viene venduta secondo le regole delle 4 P del Marketing (Product, Price, Place, Promotion).

L'offerta di pellet è estremamente diversificata e i produttori provano a differenziarsi per cercare un loro spazio in un mercato ricco (Italia primo consumatore retail al mondo) ma anche molto affollato.

A differenza delle altre biomasse energetiche il pellet si vende con reti di vendita strutturate, strategie commerciali, pubblicità, studio del packaging.

La distribuzione del pellet sta evolvendo rapidamente: oltre ai negozi specializzati, quelli di ferramenta, di materiale edile, di termoidraulica, o di prodotti per l'agricoltura, cresce molto la grande distribuzione e i brico, la vendita online e perfino le pompe di benzina o i distributori automatici.

 

LA PROMOZIONE PRESTAGIONALE DEL PELLET

In Italia un appuntamento immancabile per tutti gli operatori è Progetto Fuoco, una grande Fiera internazionale, che un anno a Verona e un anno ad Arezzo, è il metronomo del mercato: a fine febbraio, al termine dell'evento, i produttori di pellet, danno il via alla stagione delle vendite prestagionali.

Il prezzo prestagionale del pellet (valido generalmente da marzo a luglio) è una grande intuizione commerciale: con un prezzo ridotto del 10/15% rispetto al prezzo invernale si incentivano i clienti all'acquisto, riuscendo così a destagionalizzare la vendita del pellet e consentendo ai produttori di non avere un magazzino ipertrofico e, conseguentemente, grandi anticipazioni finanziarie.

Nel 2020 il problema Covid ha creato una notevole destabilizzazione del mercato: le vendite non dovrebbero essere state memorabili (non sono ancora disponibili dati certi) e la politica dei prezzi confusa, con un prezzo prestagionale del pellet che, per molte aziende, è andato avanti anche in stagione invernale.

I clienti hanno dato fondo ai loro magazzini e acquistato solo quando non ne potevano fare a meno, contando anche sulla disponibilità dei produttori di pellet ad effettuare comunque forti sconti.

Il 2021, per quello che ci è dato capire al momento, non sarà l'anno della normalizzazione; forse l'unico elemento rassicurante è che i magazzini dei rivenditori sono stati azzerati e le vendite saranno quasi certamente piu' interessati rispetto al 2020, ma ritengo che non ci sarà molta differenza tra i prezzi scontati dell'inverno 2020 e le proposte di prestagionale 2021.

 

LA VENDITA DELLE ALTRE BIOMASSE ENERGETICHE

Il nocciolino di olive e le altre biomasse hanno invece una offerta diversa e vale la pena fare qualche considerazione.

Anzitutto le biomasse energetiche alternative al pellet di legno, non sono prodotti industriali e la loro disponibilità dipende dalla stagionalità e da quanto prodotto primario in quell'anno la natura ci regala.

Quest'anno ad esempio, a livello globale, non è stata una grande annata per la produzione delle olive e, conseguentemente, la disponibilità del nocciolino di olive sarà limitata e con prezzi sostenuti.

La stagione di vendita del nocciolino di olive inizia a dicembre e si conclude con l'esaurimento delle scorte, per ricominciare poi a dicembre successivo.

Non esiste pertanto una vendita prestagionale, ma possono esserci delle offerte promozionali durante l'anno.

A chi è interessato all'acquisto di nocciolino di olive, che sia rivenditore o utente finale, possiamo suggerire di affrettarsi e acquistare subito almeno il 50% del fabbisogno annuale di questa biomassa.

Come tutti i prodotti di origine agricola, non abbiamo certezza di quello che sarà né il livello produttivo, né il prezzo per la produzione del dicembre 2021.

Oltretutto i consumi di questa biomassa stanno aumentando di anno in anno e i prezzi tendenzialmente saranno sostenuti.

Attenzione poi a che cosa comprate.

Il nocciolino di olive, per essere una biomassa efficiente, deve avere una umidità < 15% e una bassa percentuale di polvere: il colore, come per il pellet, non determina la qualità del prodotto (vedi nostro articolo https://www.biomassapp.it/blog/come-differenze-di-potere-calorifico-delle-biomasse-influenzano-i-consumi-e-i-costi-di... )

Fate attenzione alle offerte: spesso un prezzo troppo basso nasconde una presenza di sansa (anche fino al 30%) che serve per abbassare il costo a quintale, ma, in questo caso, il potere calorifico decade.

Come per il pellet, la sempre maggiore diffusione del nocciolino di olive porterà alla diffusione della certificazione: su iniziativa di Spagna e Portogallo è disponibile anche in Italia la norma Biomasud (vedi nostro articolo https://www.biomassapp.it/blog/la-certificazione-del-nocciolino-di-olive-biomasud-plus-e-delle-altre-biomasse-naturali ) che certifica le biomasse “mediterranee”; è ancora poco diffusa ma siamo certi che verrà adottata in breve da molte aziende.

Le altre biomasse energetiche, quali gusci di nocciole, di pistacchi, di noci, noccioli di albicocche o di pesche (vedi nostro articolo https://www.biomassapp.it/blog/noccioli-di-albicocca-tutto-quello-che-ce-da-sapere-su-questo-importante-biocombustibile ) rappresentano consumi marginali, sia per la scarsa disponibilità del prodotto, sia per la loro bassa densità specifica che comporta alti costi di trasporto e di stoccaggio: lo stesso  potere calorifico risulta più basso rispetto al pellet e al nocciolino di olive.

Anche per queste biomasse energetiche  la disponibilità e i prezzi variano secondo quello che è l'andamento della produzione agricola e non esistono prezzi prestagionali.

Articolo scritto da: Gianclaudio Iannace

 

Categoria di Biomassa: 
Sottoprodotti della trasformazione delle olive (sanse, sanse di olive disoleata, acque di vegetazione)

Ti è piaciuto questo articolo? 

Lascia un commento

Accedi o Registrati
Pubblicato da Antonella Marinelli