Portalegna per camino: consigli per l'acquisto

 

Il portalegna per camino non è solo un modo per avere a portata di mano la legna da ardere, ma anche un investimento che ci consente di avere un prodotto che può farci risparmiare sia energie che spazio in termini di pulizia e organizzazione. La legna da ardere infatti, al contrario del cippato e del pellet, se collocata nelle immediate vicinanze dell’impianto, soprattutto se questo è localizzato in una parte centrale della propria abitazione come sempre accade per il camino, occupa uno spazio di stoccaggio piuttosto importante. Se si considera inoltre che il camino a legna deve essere alimentato manualmente il portalegna per camino si presenta come una necessità, e dato che non è possibile farne a meno non bisogna accontentarsi. Per fortuna il mercato corre in nostro soccorso, offrendo un’abbondante scelta di portalegna per camino che si adattano a tutti i gusti e a tutte le esigenze. Di seguito un breve resoconto di cosa offre il mercato per questo tipo di prodotto, e si faranno presenti alcune delle caratteristiche da prendere in considerazione quando si decide di acquistare un portalegna per camino.

 

Una prima importante distinzione: portalegna da interno o da esterno?

 

modello portalegna per camino

La prima grande distinzione da fare per il portalegna per camino è la sua collocazione, che può essere interna ma anche esterna, soprattutto se non disponiamo dello spazio necessario per una legnaia (a tal proposito vedi Legna da ardere in bancali: meglio comprarla così o sfusa?). Un portalegna per camino da interno è generalmente più piccolo rispetto a quello da esterno, e in media può contenere una scorta di legna al massimo per qualche giorno. Anche la sua struttura cambia. Molti portalegna per camino da interno presentano infatti una doppia compartizione; una per i pezzi di legna da ardere e l’altra, più piccola, per lo stoccaggio di materiali di facile accensione per avviare la fiamma (come legnetti, ramoscelli, vecchi giornali e così via). Oltre a questo i portalegna per camino da interno vengono venduti nella maggior parte dei casi con appositi ganci per appendere alcuni degli utensili del mestiere (spesso venduti separatamente) come l’attizzatoio, paletta per cenere e pinze per camino.

 

Cosa offre il mercato: struttura, materiale, capacità di stoccaggio
 

Indifferentemente che si opti per un portalegna per camino da interno o da esterno ci sono alcune accortezze che è bene tenere presente per essere sicuri di acquistare un prodotto che sappia soddisfare le nostre aspettative. Queste sono struttura, materiale, capacità di stoccaggio.

La struttura è senza ombra di dubbio la caratteristica più importante a cui fare attenzione, e questo per il semplice motivo che una struttura non bilanciata può sia non reggere il carico di legna affidato che rompersi sotto la sua pressione. Bisogna fare attenzione dunque a non farsi abbindolare dall’estetica del prodotto, e constatare che la sua struttura portante sia in grado di sostenere il lavoro che le verrà affidato. Per fare questo una buona precauzione è quella di controllare la sua stabilità, che non deve presentare alcun tipo di oscillazione. Oltre a ciò lo sviluppo in altezza del portalegna per camino deve essere proporzionato all’ampiezza della sua base, altrimenti a pieno carico questa potrebbe ribaltarsi (ammenoché non abbia un ancoraggio a muro).

La struttura oltretutto deve essere composta del giusto materiale. In commercio è possibile trovare portalegna per camino costituiti da differenti materiali come ghisa, acciaio, legno, ferro battuto etc. Indifferentemente che la sua destinazione sia da esterno o da interno il ferro battuto si presenta al momento come il materiale che ha il miglior rapporto qualità prezzo. Questo per il fatto che il ferro battuto è particolarmente resistente alla ruggine, ha una buona consistenza, ed è propenso alla lavorazione. Questo vuol dire che sarà più facile trovare un portalegna per camino in ferro battuto della forma e dello stile che più ci aggrada rispetto ad uno in acciaio o in ghisa.

Ultimo elemento da prendere in considerazione è la capacità di stoccaggio del prodotto. Comprare un portalegna per camino che si adatti alle nostre esigenze vuol dire comprare un prodotto in grado di soddisfare il fabbisogno del nostro camino. Da questo deriva che più grande sarà il portalegna più legna da ardere avremo a nostra disposizione. Da tenere a mente a tal proposito è, oltre alla sua estetica, anche lo spazio a nostra disposizione per il suo collocamento. Dato che il portalegna per camino è un prodotto che avremo sotto gli occhi tutti i giorni è bene considerare se sia meglio avere un prodotto che si integra armoniosamente con l’ambiente circostante a discapito delle sue dimensioni o viceversa. Questo ovviamente è tutta una questione delle priorità che ha l’utente finale, e niente vieta che si possano coniugare le due cose.

 

modello portalegna

Per ricapitolare

 

Il portalegna per camino è dunque un prodotto che non può assolutamente mancare nell’abitazione degli estimatori di questo tipo di impianto. È una soluzione eccellente, pratica e molte volte economica per sfruttare al massimo lo spazio a nostra disposizione e per evitare di fare il pendolare tra la legnaia (per chi ne dispone) e la comodità del nostro salotto o camera da letto o quel che sia. Indifferentemente che si decida di posizionarlo accanto al nostro camino o sul porticato di casa il portalegna per camino per essere considerato un prodotto valido deve soddisfare alcuni controlli che ci permettono di evitare brutte sorprese. Questi per riassumere sono la struttura, che deve presentarsi proporzionale tra altezza e larghezza e di pianta stabile, il materiale il quale deve essere in grado di reggere il carico affidato e di difficile deteriorazione, e la capacità di stoccaggio che dipende strettamente dalle esigenze dell’acquirente. Se si presentano queste poche accortezze il portalegna per camino sarà senz’altro un prodotto dalla lunga durata, talmente comodo che finiremo presto con il considerarlo una parte integrante e indispensabile del nostro ambiente domestico.

 

Scritto da: Leandro Loriga per Biomassapp.

Ti è piaciuto questo articolo? 

Lascia un commento

Accedi o Registrati
Pubblicato da Antonella Marinelli