L’acquisto del pellet online è divenuto un abitudine per migliaia di famiglie italiane, cercando di fare il punto della situazione è facile dire che nel suo complesso il commercio online rappresenti una delle attività più redditizie e in rapida espansione dei nostri tempi. La compra-vendita sul web è la soluzione preferita da migliaia di utenti in tutto il mondo. 

Solo in Italia nel 2018, rispetto all’anno precedente, il commercio elettronico è aumentato di quasi il 13%, e questo ovviamente riguarda anche le biomasse energetiche tra le quali spicca l’acquisto del pellet online, che continua ad essere il carburante più utilizzato in assoluto.

Il pellet è uno dei biocombustibili ecologici maggiormente usati nel mondo perché rappresenta la possibilità di un risparmio economico non indifferente e l’osservanza delle norme approvate dal protocollo di Kyoto.

Secondo le stime ufficiali l’Italia, produce circa 400.000 di tonnellate l’anno di pellet e ne consuma circa 3,5 milioni di tonnellate risultando essere il primo Paese europeo per consumo, soprattutto in ambito domestico, e uno dei maggiori importatori.

Tenendo conto di queste considerazioni è ovvio che l’acquisto del pellet online stia aumentando in maniera esponenziale e che sempre più famiglie scelgano questa pratica soluzione per riscaldare la propria casa senza dover compiere alcuno sforzo e potendo, tra l’altro, scegliere tra infinite opportunità online, con un numero così grande di soluzioni da poter decidere quella che maggiormente conviene.

Eppure il mondo di Internet non è fatto solo di vantaggi ma racchiude al suo interno anche vicoli ciechi e approfittatori senza scrupoli, [https://www.biomassapp.it/content/attenti-al-pellet-online-dopo-lacquisto-consegna-rischio] per questo bisogna stare attenti e capire a cosa prestare attenzione durante l’acquisto del pellet online.

Il primo passo per valutare il vostro acquisto di pellet online è capire a quale e-commerce dare fiducia: esso deve mettere ben in evidenza le caratteristiche del prodotto che state acquistando, fornirvi i costi specifici di invio del materiale e, tassativamente, deve essere dotato di sistemi di pagamento sicuro quali pay-pal e/o protocolli cifrati di comunicazione. Un altro buon modo per vedere se stia mettendo in pratica le migliori soluzioni a favore della clientela e valutarne l’affidabilità è osservare se possiede la certificazione dell’agenzia del Consorzio del Commercio Digitale Italiano, ovvero il sigillo NETCOMM.

Per sfruttare il maggior vantaggio dell’acquisto del pellet online: la possibilità di scegliere in piena autonomia e massima tranquillità ciò che più si addice alle nostre esigenze bisogna conoscere quali sono le specifiche da ricercare per acquistare un prodotto con requisiti di eccellenza, utilizzando un prodotto scadente andreste a compromettere i vostri apparecchi.

Per la norma europea UNI EN 14961-2 il prodotto deve essere classificato secondo tre livelli di qualità che si suddividono in A1(la migliore qualità,con un contenuto di ceneri pari o inferiore al 0,7%),A2(presenta un contenuto di ceneri pari o inferiore al 1,2%) e B(ne viene sconsigliato l’utilizzo domestico e la quantità di ceneri presenti nel prodotto non deve superare il 3,5%) e servono a valutarne le sue specifiche fisiche. Questo è da tenere conto nel vostro acquisto di pellet online perché vi permetterà di salvaguardare la vostra stufa, risparmiare in manutenzione e pulizia e riscaldare al meglio i vostri ambienti.

Non è detto che se scegliete di acquistare il vostro pellet onlineinvece che di persona, non dobbiate prestare attenzione, nella stessa maniera, alle indicazioni presenti sul sacchetto: il legno deve venire da materie prime non trattate, quindi legno vergine che abbia subito unicamente lavorazioni di tipo meccanico e che non sia realizzato con ò'uso di materiali di scarto che possono provenire, per esempio, da vecchi mobili verniciati, incollati o altro che potrebbero nuocere alla salute; il peso deve sempre essere accuratamente esposto così come i riferimenti che permettano di rintracciare sia il produttore che il rivenditore.

Nella scelta del pellet online è bene tenere conto della sua composizione chimica e del potere calorifico

che dovrebbe sprigionare e che può variare da 4500 ai 5500 Kwh/KG, dati superiori sono spesso fuorvianti e non realistici mentre dati inferiori stabiliscono un pellet di scarsa qualità; i residui di cenere si devono attestarsi al di sotto dell’1% e l’umidità deve essere inferiore o uguale al 10%. Estremi che non si attestino su queste specifiche sono da sconsigliare in quanto prevedono che nel vostro acquisto di pellet online stiate scegliendo un prodotto non consono agli standard qualitativi migliori.

Un ultimo consiglio per il vostro acquisto di pellet online è quello di ricordarvi che è illegale la vendita di pellet sfuso o in imballaggi anonimi.

 

Scritto da: Sergio Mancuso

 

Ti è piaciuto questo articolo? 

Lascia un commento

Accedi o Registrati
Pubblicato da Giorgio Raco