Impariamo a conoscere la stufa a pellet con forno

Stufe a pellet con forno: cosa sono?

La stufa a pellet con forno è un impianto di riscaldamento che unisce a quest’ultima funzione anche la possibilità di cuocere le pietanze grazie ad un forno integrato nell’impianto stesso. Se le stufe con forno non sono affatto una novità, la stufa a pellet con forno unisce il fascino della tradizione e il gusto di cuocere le pietanze grazie ad una fiamma viva con il comfort di avere il completo controllo sul processo di cottura, cosa che non è possibile fare, ad esempio, con una stufa con forno tradizionale a legna. Indifferentemente dal tipo di modello che decidiamo acquistare, la stufa a pellet con forno ha degli optional che possono essere considerati standard anche per i modelli base. Tra questi la possibilità di impostare la cottura al forno in maniera statica oppure ventilata, la possibilità di avere a disposizione alte temperature di cottura (fino a 300 °C) ed infine quella di impostare la temperatura desiderata tramite l’apposito pannello di controllo.

Stufa a pellet con forno: vantaggi e svantaggi

Tra i vantaggi delle stufa a pellet con forno è possibile elencare principalmente la facilità d’utilizzo e la qualità ed efficienza del processo di combustione. La facilità d’utilizzo deriva soprattutto dal fatto di avere il completo controllo dell’impianto, e questo non solo grazie al pannello di controllo integrato che permette di agire direttamente sia sul processo di cottura che su quello di riscaldamento, ma anche grazie al fatto che il pellet stesso è un tipo di biocombustibile estremamente versatile e variegato (vedi Possiamo usare pellet non certificato nelle nostre stufe?). La stufa a pellet con forno infatti è disponibile sul mercato in diverse potenze nominali e con una varietà di caratteristiche pensate ad adattarsi a tutte le esigenze. Generalmente la stufa a pellet con forno parte da una potenza minima di 6 kW fino a superare i 30kW. A tal proposito è bene ricordare che esistono tutta una varietà di soluzioni pensate esclusivamente per implementare la resa energetica della stufa a pellet e non è sufficiente acquistare una stufa ad alta potenza nominale per garantire un abitato caldo e confortevole (vedi Guida all'acquisto della ventola per stufa, Case sempre piu' piccole e razionali? Scegli una stufa a pellet slim!Guida all'acquisto della stufa a pellet canalizzata).

Per quanto riguarda gli svantaggi invece questi sono tutti relativi e dipendenti soprattutto dalle scelte del consumatore finale. Una non corretta gestione dell’impianto, indifferentemente quale questo sia, non potrà che risultare in prestazioni ridotte. Nonostante questo vi sono comunque alcune osservazioni che è bene tenere presenti, tra queste il fatto che la stufa a pellet con forno ha più componenti meccaniche ed elettroniche rispetto ad una stufa a legna tradizionale. Questo vuol dire che i componenti sono maggiori e di conseguenza anche le possibilità di incorrere in guasti. Sebbene la stufa a pellet con forno sia un impianto estremamente affidabile, questo deve comunque far riflettere su tre punti in particolare; acquistare impianti solamente da rivenditori autorizzati che possono garantire assistenza in caso di eventuali problemi, utilizzare esclusivamente pellet di qualità per evitare l’accumulo di incrostazioni e residui post-combustione, effettuare operazioni di manutenzione ordinaria e straordinarie per mantenere l’impianto in condizioni ottimali (vedi Vademecum pulizia stufa a pellet). Infine bisogna prendere in considerazione che la stufa a pellet con forno è un impianto che necessita elettricità per il suo funzionamento, il che può andare a gravare sulla bolletta se non gestito in maniera appropriata. Ultimo punto che non è possibile ignorare infine è il costo, che è decisamente più alto rispetto ad una stufa tradizionale a pellet.

Con le novità introdotte dal Conto Termico 2.0 e dall’Ecobonus 110% (vedi Comprare un impianto di riscaldamento a biomassa: meglio il Conto Termico o l'ecobonus 110%?Decreto rilancio ed ecobonus fiscale 110% per gli impianti a biomassa: sono ammessi all'incentivo?) il 2020 si prospetta come un anno particolarmente propizio per chi decide di rinnovare il proprio impianto o sostituire il vecchio impianto a combustibile fossile con uno a biomassa. Acquistare un impianto a biomassa infatti non vuol dire solamente avere una fonte di calore affidabile ed economica, ma anche avere la possibilità di implementare tutta una serie di opzioni che hanno il potenziale di diminuire drasticamente i costi di gestione della propria abitazione. Tra questi è possibile elencare la produzione di acqua calda sanitaria, la canalizzazione dell’aria calda ed infine anche la cottura delle pietanze. Tra queste ultime opzioni le termocucine a biomassa sono soluzioni sempre più apprezzate e diffuse, e la stufa a pellet con forno sempre più presente nella case degli italiani perché uniscono ecosostenibilità, risparmio ed efficienza.

Conclusione

La stufa a pellet con forno è un impianto che unisce il gusto di cucinare con fiamma viva, alla comodità ed efficienza di un impianto moderno. Tra i vantaggi vi sono la qualità e l’efficienza del processo di combustione, che può essere attribuito in uguale misura sia all’impianto in sé che al tipo di combustibile da noi utilizzato (vedi Colore del pellet troppo chiaro: una concessione al marketing che non è indicatore della qualità del prodotto). Tra gli svantaggi ci sono il prezzo di partenza (si parte dagli 800euro circa per modelli base), la manutenzione che potenzialmente può avere costi più alti rispetto ad un impianto a legna, ed infine il dispendio di energia elettrica. Gli svantaggi, come già osservato sono tutti soggettivi in quanto una corretta manutenzione dell’impianto e pianificazione nell’uso del combustibile fanno sì che i prezzi della bolletta calino drasticamente soprattutto nei mesi freddi. Per concludere è possibile dire che la stufa a pellet con forno è un acquisto che va ponderato, e non solamente a causa del suo prezzo di partenza, ma anche perché è un tipo di impianto che richiede attenzione. Se gestita in maniera appropriata la stufa a pellet con forno è un investimento che può tagliare drasticamente i costi della bolletta, in quanto ha tutto il potenziale per poter escludere in maniera totale i modelli di cucina contemporanei che si basano su combustibili fossili, sfruttando il calore normalmente prodotto per riscaldare l’abitato per la cottura di qualsiasi tipo di pietanza (vedi Stufa a pellet con forno: guida all'acquistoUnire l’utile al dilettevole: la stufa a pellet con forno).

 

 

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? 

Lascia un commento

Accedi o Registrati
Pubblicato da Antonella Marinelli