La scelta di una stufa a pellet, cippato o legna da ardere non è poi così difficile, data la convenienza della biomassa. Ma il prezzo altalenante del combustibile potrebbe spaventare alcuni clienti e renderli indecisi sull’acquisto.

La soluzione è dunque quella di effettuare un piccolissimo investimento aggiuntivo, scegliendo una stufa policombustibile. Questo tipo di stufa, come dice la parola stessa, presenta delle specificità tecniche attraverso le quali è possibile utilizzare indifferentemente combustibili che vanno dalla legna da ardere, al pellet, cippato, fino ai semi di girasole: in questo modo è possibile scegliere il combustibile che in quel momento è in offerta e dunque risparmiare ad ogni acquisto.

I vantaggi

La tipologia di stufa a policombustibile presenta numerosi vantaggi:

  • possibilità di utilizzare numerosi combustibili;
  • non rimanere mai senza combustibile;
  • risparmiare sul combustibile, scegliendo quello che nel momento è in offerta o presenta un prezzo inferiore;
  • scegliere la potenza calorica che più si adatta alle nostre esigenze, grazie anche al combustibile;
  • design perfettamente adattabile ad ogni stile di arredamento, spazio e dimensione degli ambienti;
  • può essere allacciata ad un sistema centralizzato di riscaldamento, come i termosifoni;
  • necessita di una canna fumaria per lo scarico fumi con la possibilità di utilizzare il condotto del camino tradizionale.

Risparmio sull’acqua calda

Questa tipologia di stufa permette di risparmiare non solo nel riscaldamento, ma anche se si decide di sfruttare la funzionalità della produzione di acqua calda sanitaria per il proprio sistema idrico.

Per i motivi elencati sopra, per l'elevata autonomia del carico e l'ottimale rendimento termico, questi modelli, se integrati anche al proprio sistema di riscaldamento centralizzato, permettono di raggiungere elevati standard qualititativi a livello di riscaldamento e del soddisfacimento dei bisogni di acqua calda sanitaria in qualsiasi momento della giornata.

Ti è piaciuto questo articolo? 

Ricevi gratuitamente le news direttamente al tuo indirizzo e-mail

Scritto da Admin Admin