Le energie rinnovabili continueranno la loro espansione nei prossimi cinque anni, coprendo il 40% della crescita globale dei consumi energetici, secondo l’ultimo market report "Renewables 2018” pubblicato dalla IEA (International Energy Agency). Il loro uso continua ad aumentare rapidamente nel settore della produzione di elettricità e rappresenterà quasi un terzo della produzione mondiale di energia elettrica nel 2023. Invece, a causa del più debole sostegno politico e ulteriori ostacoli alla diffusione, l’uso delle energie rinnovabili si espande più lentamente nei settori del trasporto e del riscaldamento industriale e domestico.

La bioenergia tuttavia rimane la più grande fonte di energia rinnovabile grazie al suo uso diffuso nella produzione di calore e nei trasporti, settori in cui le altre fonti rinnovabili svolgono un ruolo più marginale.

La bioenergia moderna (escluso il tradizionale uso della biomassa come la combustione del legno grezzo) è il gigante trascurato nell’ambito delle energie rinnovabili, essa produce la metà di tutte le energie rinnovabili consumate durante il 2017 nel mondo. Si prevede che nel 2023, la bioenergia rimarrà come predominante fonte di energia rinnovabile, anche se la sua quota in valore assoluto diminuirà dal 50% (nel 2017), al 46% come conseguenza dell’espansione del solare fotovoltaico ed eolico.