Scegli gli attrezzi per il camino veramente utili

 

 

Attrezzi per camino

Il camino è un elemento funzionale che arreda la nostra casa, scalda gli ambienti e crea un’atmosfera unica. Esistono tantissimi modelli diversi di camino, che soddisfano gusti ed esigenze, ma tutti necessitano di alcuni attrezzi indispensabili per il suo corretto utilizzo, manutenzione. Gli attrezzi per il camino servono per gestire il fuoco in modo sicuro, inoltre hanno una piacevole funzione decorativa, soprattutto i modelli artigianali. In questo articolo elencheremo un piccolo vademecum degli strumenti che non possono mancare accanto al camino e ne suggeriremo alcuni che potrebbero rivelarsi molto utili.

 

Gli attrezzi per il camino, a cosa servono e perché sono così indispensabili?

 

Gli attrezzi per il camino non sono da considerarsi semplici optional, un corredo extra per l’impianto di riscaldamento, sono invece degli elementi che ottimizzano la sua la resa, ne facilitano la gestione, ma soprattutto assicurano la sicurezza della gestione della fiamma. Alcuni strumenti permettono di controllare il fuoco ravvivando le braci e limitando le fiamme grandi prevenendone la perdita di controllo; servono inoltre per rimuovere la cenere e ottimizzare la resa dell’impianto, creando una maggiore circolazione dell’aria e un’ottima combustione della legna. Gli attrezzi per camino inoltre sono tutti di facile gestione, semplici da utilizzare senza l’implicazione di particolari abilità manuali.

 

 

 

Gli attrezzi per il camino: prima e durante l’accensione. La gestione della fiamma

 

attrezzi per il camino prima e durante l’accensione

Partiamo da alcuni strumenti molto utili per la gestione della legna prima e dopo la sua accensione. Gli alari sono attrezzi funzionali da posizionare all’interno del camino prima di accendere il fuoco. Si tratta di elementi metallici verticali con travi orizzontali e servono a sostenere la legna all’interno del camino facilitandone la combustione; solitamente sono due e sono particolarmente indicati per i grossi tronchi da ardere. Oltre a migliorare la circolazione dell’aria, gli alari stabilizzano la legna ed impediscono di farla rotolare fuori dal camino riducendo il pericolo di incendi. Se si utilizzano pezzi di legna di piccole dimensioni, si consiglia di posizionare una griglia sugli elementi orizzontali degli alari.

Una volta acceso il fuoco dobbiamo assicurarci di avere a nostra disposizione l’attizzatoio, un ferro con punta ricurva che serve a muovere la legna quando il camino è acceso e attizzare il fuoco, e una pinza a molla utile per disporre e spostare i pezzi ardenti affinché ricevano più aria per un’ottimale combustione. Per ravvivare il fuoco l’attrezzo più pratico è il soffietto. In commercio ne troviamo due tipologie, in legno e in ferro; quest’ultimo è più resistente ed efficace e può essere usato anche come attizzatoio. Possedere un soffietto non è obbligatorio poiché la fiamma può essere ravvivata anche in altri modi, resta comunque uno strumento molto utile: basterà soffiare sulle braci per attizzare la fiamma in pochi secondi a seconda della necessità.

 

Gli attrezzi per il camino: per la pulizia e la resa

 

 

Per la pulizia del camino, ma soprattutto per la sua resa, sono indispensabili una paletta e una spazzola in metallo. Questi due attrezzi per camino sono utili per scopare e raccogliere la cenere in modo che l’aria possa circolare agevolmente. La spazzola di metallo consente di pulire il camino anche in presenza di lapilli che non sono ancora del tutto spenti. Indispensabile per la raccolta della cenere è un contenitore in metallo, ideale per contenerla anche ad alte temperature o con la presenza di lapilli.

 

Gli attrezzi per il camino: dove riporli

 

Attrezzi per camino dove riporli

Gli attrezzi per camino meno decorativi come spazzola e paletta, possono essere riposti con discrezione in un apposito contenitore, come ad esempio un secchiello decorato o una cesta che permetta di tenere tutto in ordine.

Soffietto, attizzatoio e pinza sono degli strumenti utili ma al contempo decorativi. Avere qualcosa dove riporli non è strettamente necessario, è possibile adagiarli semplicemente contro la parete del camino o in un portalegna. Se desiderate un’alternativa dove riporli, esistono supporti verticale od orizzontali, oppure degli appendini ad hoc. Inoltre, il supporto verticale presenta il vantaggio di far cadere la cenere nel vassoio della struttura invece che sul pavimento.

Tra gli attrezzi per il camino ricordiamo anche delle soluzioni utili per disporre sempre di un carico di legna pronta all’uso. Una cesta capiente e robusta serve a contenere i ceppi di tutte le dimensioni, oppure un carrello per legna è un’alternativa utile per il trasporto dei tronchetti in sicurezza e per disporre sempre di una piccola scorta evitando continui tragitti tra l’ambiente esterno ed interno della vostra casa. Nell’articolo “Guida all’acquisto del carrello per legna” troverete tutti i suggerimenti utili per il modello che fa per voi.

 

Il parascintille e piastra per camino: elementi necessari?

 

Per i camini “vecchio stile” senza un apposito vetro di chiusura è raccomandato l’uso del parascintille. Si tratta di una sorta di pannello da posizionare davanti alla camera di combustione indispensabile per la sicurezza della casa: evita che le scintille possano uscire dal camino impedendo di colpire persone ed animali nella stanza o incendiare oggetti facilmente infiammabili. Il parascintille è un attrezzo per camino ornamentale utilizzato anche per racchiudere la bocca del camino quando il fuoco è spento. La piastra per camino invece è una lastra in ghisa da collocare sulla parete posteriore del camino, si suggerisce l’utilizzo nel caso in cui la parete di fondo sia stata danneggiata dal fuoco. La piastra protegge la parete di fondo e aumenta inoltre l’efficienza termica dell’impianto in quanto viene scaldata dal fuoco e quindi irradia più calore. 

 

 

Scritto da: Elena Bittante per Biomassapp.

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? 

Lascia un commento

Accedi o Registrati
Pubblicato da Antonella Marinelli