Tutto quello che c'e' da sapere sul fornello da campeggio a pellet

 

Per gli amanti dell’aria aperta e delle gite in campagna che sia estate o inverno poco importa, sia che le temperature siano da camicia, oppure da giaccone, non c’è dubbio che, in ogni caso, ci sono situazioni in cui avere a portata di mano una fiamma viva (oppure una fonte di calore) senza dover ricorrere necessariamente ai metodi tradizionali, può risultare utile, se non vitale. Pesca, caccia, picnic, trekking oppure campeggio sono i momenti per i quali il fornello portatile è stato pensato. Semplice da usare, piccolo e versatile il fornello portatile si trova sul mercato in una infinità di varianti. I suoi metodi di alimentazione sono tanti quanto i suoi possibili modi di utilizzo e vanno dal gas a bombola a quello a cartucce, dal fornello multi-combustibile a quello a spirito, pratico senza dubbio, ma non sempre amico dell’ambiente. È per questa ragione che si è pensato di sviluppare un tipo di fornello alimentato a biomassa, in altre parole un fornello da campeggio a pellet. Il fornello da campeggio a pellet è una soluzione alternativa che presenta tutti i vantaggi dei tradizionali fornelli da campeggio, fornendo oltretutto un risparmio in termini di biocombustibile utilizzato, una elevata prestazione e una maggiore durata. In questo breve articolo prenderemo in considerazione il fornello da campeggio a pellet, vedremo tutto quello che c’è da sapere su questa utile attrezzatura da campeggio e vedremo quali criteri prendere in considerazione per chi si appresta a comprare per la prima volta un fornello da campeggio a pellet.

 

Vantaggi e svantaggi

Prima di procedere vedendo quali siano gli elementi da prendere in considerazione quando decidiamo di acquistare un fornello da campeggio a pellet, è bene esplorarne pregi e difetti così da avere una idea generale sul tipo di prodotto cui ci stiamo avvicinando. Come già accennato in precedenza i vantaggi del fornello da campeggio a pellet sono essenzialmente tre, ovvero durata, risparmio, prestazioni.

La durata è sicuramente il primo elemento da prendere in considerazione, e anche quello che ovviamente è più dipendente dal tipo di fornello che intendiamo acquistare e dalle sue dimensioni. Generalmente comunque quando parliamo di durata per il fornello da campeggio a pellet intendiamo specificatamente la durata del combustibile in relazione alle dimensioni del fornello. Il fornello da campeggio a pellet infatti è in grado di sostenere la fiamma in media due volte più a lungo rispetto ai classici fornelli portatili a gas. Questo è sicuramente l’aspetto più accattivante in quanto avere una fonte di calore disponibile per lunghi periodi di tempo è senza ombra di dubbio un grande sollievo per chi è abituato a lunghe escursioni o prolungati periodi all’aria aperta (pesca, caccia etc.).

La durata inoltre è direttamente relazionata al risparmio. La capacità di sfruttare in maniera ottimale il pellet non solo consente di risparmiare eventuali cartucce oppure bombole per il gas, ma anche quello di utilizzare direttamente il pellet che impieghiamo normalmente per alimentare l’impianto del nostro abitato (se siamo possessori di un impianto a pellet). Il risparmio dunque si lega in questo modo anche alla praticità di utilizzare un solo tipo di biocombustibile per molteplici soluzioni.

È logico che a durata e risparmio seguano le prestazioni. Il fornello da campeggio a pellet non è solo in grado di mantenere la fiamma per un tempo maggiore rispetto ai classici fornelli portatili, ma ha anche il vantaggio di essere in grado di sprigionare una maggiore energia derivante dalla combustione limitando oltretutto emissioni nocive per l’ambiente, come può essere il caso invece per fornelli a gas oppure a spirito. Questo fa sì che il fornello da campeggio a pellet sia una soluzione ideale per cucinare grazie proprio alle contenute esalazioni durante il processo di combustione. Se prendiamo in considerazione tutti questi aspetti il fornello da campeggio a pellet è in tutto equiparabile alla sua controparte ideata per l’utilizzo quotidiano nel nostro abitato.

Per quanto riguarda gli svantaggi invece, questi sono pochi e, il più rilevante, probabilmente è (se si può considerare tale) la necessità di utilizzare esclusivamente pellet di qualità. Questo è dovuto al fatto che il fornello da campeggio a pellet ha, come ci si può immaginare, una camera di combustione estremamente contenuta che è soggetta a sedimentazioni che possono compromettere anche in maniera grave le prestazioni del nostro fornello se alimentato con biomassa di modesta qualità. L’elencazione di questo punto tra gli svantaggi è comunque del tutto, e giustamente, opinabile.

Guida all’acquisto

Una volta elencati vantaggi e svantaggi del fornello da campeggio a pellet è possibile procedere prendendo in considerazione quali sono gli elementi necessari a cui dobbiamo prestare attenzione prima del suo acquisto. Questi ancora una volta sono essenzialmente tre; reperibilità del marchio, qualità della fiamma, dimensioni.

La prima cosa da fare per chi decide di acquistare un fornello da campeggio a pellet è una panoramica dei prodotti disponibili sul mercato e fare attenzione a quelli che provengono da oltre i confini nazionali. Questo non è dovuto ad amor di patria, ma per avere la sicurezza che sia possibile reperire pezzi di ricambio nell’eventualità di qualche guasto. Sebbene il prezzo del fornello da campeggio a pellet si aggiri intorno alle poche centinaia di euro, è comunque bene tenere presente che è un prodotto non così popolare come i modelli più tradizionali a gas oppure elettrici, e quindi anche la sua disponibilità potrebbe essere limitata.

Secondo punto è la qualità della fiamma, che è direttamente relazionabile all’efficacia non solo del nostro impianto, ma anche del tipo di combustibile utilizzato. Detto questo è bene fare qualche prova accendendo e spengendo il nostro fornello da campeggio prima di procedere al suo acquisto per vedere che non ci siano incongruenze nel sistema di accensione o in quello di erogazione del pellet.

Infine è bene tenere a mente che le dimensioni sono direttamente proporzionali alla versatilità del fornello. Più grande sarà quest’ultimo meno sarà maneggevole e viceversa. Questo punto è strettamente personale e deve essere in linea con le esigenze dell’utente finale.

 

Conclusione

Il fornello da campeggio a pellet è dunque uno di quei prodotti che possono rivelarsi come una valida aggiunta per tutti coloro che amano le gite fuori porta e l’aria aperta.  Una maneggevolezza ottimale e una efficacia non paragonabile con i fornelli tradizionali fanno del fornello da campeggio a pellet un compromesso ottimo tra prestazioni, risparmio e ecosostenibilità. Il consiglio da dare è quello di provarlo, soprattutto se siamo già possessori di un impianto a biomassa per il nostro abitato, indifferentemente dal tipo di pellet utilizzato (vedi Tutto quello che c'è da sapere sul pellet di paglia, Pellet di girasole: guida all'acquisto).


Scritto da: Leandro Loriga per Biomassapp.

 

Ti è piaciuto questo articolo? 

Lascia un commento

Accedi o Registrati
Pubblicato da Antonella Marinelli