Il termostato è uno strumento indispensabile per la regolazione intelligente della caldaia. Permette di regolare e controllare la temperatura dell’impianto di riscaldamento grazie ad una programmazione mirata riducendo le spese del consumo di carburante sino al 30 %.

In questo articolo capiremo quali sono le sue funzioni e specificheremo la differenza tra termostato e cronotermostato, strumenti utili per il risparmio della bolletta e per il comfort della vita domestica. Una gestione attenta della caldaia parte dalle piccole cose, per rinfrescare i consigli utili e le normative vigenti consigliamo l’articolo: “ Quando effettuare la revisione della caldaia e quanto viene a costare”. Qual è la differenza tra termostato meccanico per caldaie e cronotermostato? Il primo è uno strumento basic, permette l’attivazione della caldaia e l’impostazione manuale con rotella o digitale tramite applicazione della temperatura minima e massima. Con il secondo è possibile decidere anche in quali fasce orarie rilevare il clima all’interno dell’abitazione per poi impostarlo secondo la temperatura desiderata; esistono due varianti di cronotermostati, i modelli giornalieri che predispongono un’unica programmazione per tutti i giorni della settimana, e i modelli settimanali che permettono una programmazione diversa a seconda del giorno della settimana. Impostando la temperatura a seconda delle diverse esigenze, i cronotermostati permettono un ulteriore risparmio: lo strumento rileva la temperatura d'ambiente solo in determinate fasce orarie escludendo quelle durante le quali non siamo a casa.

 Come funzionano i termostati per caldaie e i cronotermostati? L’accensione permette di azionare la sonda che rileva la temperatura ambientale dell’abitazione, alcuni modelli possono rilevare anche l’umidità, l’attività a corto e lungo raggio e la luce ambientale. Quando viene rilevate una temperatura minima rispetto a quella impostata avviene l’accensione della caldaia, viceversa spegnerà l’impianto quando supererà la temperatura massima programmata. Questo processo permette di non tenere accesa continuativamente la caldaia ed evitare gli sprechi, inoltre garantisce un elevato comfort, quello di trovare la casa alla temperatura ideale al risveglio e al rientro. La programmazione del termostato e del cronotermostato per caldaie prevede un’azione complessa e ripetuta? La gestione dell’apparecchio che verrà installato a parete è semplice ed intuitiva, permette di pianificare il riscaldamento programmandolo una sola ed unica volta. Tra gli ultimi modelli presenti in commercio troviamo alcune proposte altamente tecnologiche. Dai termostati touch screen, ai modelli digitali ultra moderni connessi e programmabili dallo smartphone (ios e android), dal tablet o dal computer tramite wireless o cavo di alimentazione USB (2 m). 

Ti è piaciuto questo articolo? 

Lascia un commento

Accedi o Registrati
Pubblicato da GIANCLAUDIO IANNACE