Siamo nel periodo migliore per comprare il pellet per l’inverno: abbiamo prezzo interessante e disponibilità di scelta.

Le proposte di pellet in offerta prestagionale iniziano per i privati a maggio e durano fino a fine luglio: non resta insomma molto tempo, dopo ci dovremo accontentare di acquistare a “prezzo pieno”.

Il risparmio durante il periodo prestagionale si può valutare da un 10% fino ad un massimo del 15% rispetto al prezzo invernale e pertanto, se abbiamo soldi da investire e spazio per immagazzinarlo, vale la pena comprare il pellet in prestagionale.

Ma se siamo dotati di intraprendenza e abbiamo un po' di tempo a disposizione, possiamo risparmiare ancora di più.

L’opportunità è organizzare o partecipare ad un gruppo di acquisto.

Un gruppo di acquisto è una serie di consumatori che comprano direttamente dal produttore, ottenendo dei vantaggi economici dall’acquisto di gruppo.

Per il pellet l’unità di misura è la sacchetta, in genere da 15 kg, anche se qualche produttore ha iniziato a commercializzare anche sacchette da 10 kg, giustificando la cosa con una maggiore maneggevolezza della busta, ma a noi sembra una trovata di marketing per impattare in modo più suggestivo sul prezzo.

La sacchetta di pellet da 15 kg comprata dal rivenditore non è certo oggetto di offerte prestagionali alle quali, chi vuole aderire, deve pensare all’acquisto di una pedana, in genere composta da un minimo di 70 sacchette ad un massimo di 90 sacchette, con un peso a pedana che varia tra i 1000 kg e i 1350 kg e queste pedane possono essere acquistate in questo periodo dell’anno a condizioni interessanti con le proposte prestagionali.

Ma se si vuole davvero ottenere un risparmio interessante c’e’ un’altra soluzione: comprare pellet in gruppo di acquisto, aderendo ad un gruppo di acquisto o attivandosi per costituirne uno.

Quando un produttore di pellet vende ad un rivenditore, invia direttamente al suo cliente il prodotto o in container (in genere 40 piedi e che contiene 20 pedane per un massimo di 27 tons) o su trailer (22 pedane con un peso massimo di 29,7 tons).

Questo consente una ottimizzazione dei costi del trasporto, che, per commodities come il pellet, sono piuttosto rilevanti, talvolta anche nell’ordine del 20% - 25% rispetto al valore compressivo della merce.

Il gruppo di acquisto, se si impegna ad acquistare un carico intero, può comprare ad un prezzo molto vicino a quello di un rivenditore (un rivenditore in genere acquista più di un carico e ottiene prezzi ancora migliori sulle forniture) a patto però che tutti i partecipanti il gruppo di acquisto abbiano ben chiaro quali sono le “regole del gioco”.

Anzitutto come organizzare un gruppo di acquisto?: Per comprare pellet in gruppo di acquisto serve un promotore.

Se siete intraprendenti e avete amici che usano il pellet, non serve molto sforzo per poter comprare un carico intero.

Se poi non avete tanti amici, oggi i social aiutano moltissimo e potrete cercare, intorno alla zona dove abitate, persone interessate a condividere questa opportunità di risparmio ovvero comprare pellet in gruppo di acquisto.

Ma servono davvero tante persone per organizzare un gruppo di acquisto?

No.

Se infatti il consumo medio di una famiglia è di 2,5 / 3 tons, un carico tra le 27 tons e le 29,7 tons puo’ essere sufficiente per un massimo di 10 acquirenti.

Le migliori opportunità si trovano contattando una azienda produttrice italiana, un grossista o un importatore ( in Italia si produce solo il 15% di tutto il pellet che si consuma), ma oggi anche degli ecommerce online, come ad esempio www.biomassapp.it , possono aiutarvi a trovare le migliori soluzioni.

L’azienda dalla quale avete intenzione di comprare vi chiederà un acconto di circa il 30% sul valore della fornitura o potrebbe chiedervi anche un pagamento anticipato: attenzione quindi a chi affidate il vostro denaro!
Se verserete l’acconto, il fornitore vi chiederà di pagare il saldo prima della consegna e questa non è una richiesta strana: nel settore del pellet tutti i rivenditori pagano da produttori o importatori prima della consegna della merce.

Qualche azienda piu’ disponibile potrà concedervi un pagamento alla consegna (fatto salvo l’acconto…) con assegni circolari da predisporre qualche giorno prima della consegna.

Per ogni cliente del gruppo di acquisto verranno predisposte fatture individuali.

Il referente del gruppo di acquisto si deve far carico di coordinare tutte le attività amministrative e di logistica.

A proposito della logistica, il gruppo di acquisto conviene con il fornitore un luogo di consegna unica, dove converranno tutti gli acquirenti.

Il gruppo di acquisto deve disporre di un muletto (attenzione che il muletto abbia una capacità di carico max di 1500 kg) e di un transpallet.

Inoltre ogni cliente del pellet in gruppo di acquisto deve disporre di un mezzo proprio per portare via i banclai che ha acquistato.

Il trasportatore non è tenuto a collaborare allo scarico e lo scarico deve avvenire in un tempo prestabilito, pena costi per aver trattenuto il mezzo oltre il tempo previsto.

Se tutto funzionerà poterete a casa un ulteriore risparmio del 5 % - 10 % rispetto alle economie che avreste realizzato acquistando come singoli clienti in periodo prestagionale.

Insomma acquistare il pellet in gruppo di acquisto può essere una ottima opportunità e speriamo di aver contribuito a dare qualche consiglio utile per consentirvi di cogliere questa opportunità in consapevolezza.

 

 

Scritto da Gianclaudio Iannace 

Ti è piaciuto questo articolo? 

Lascia un commento

Accedi o Registrati
Pubblicato da GIANCLAUDIO IANNACE