Il caminetto a pellet sta avendo una notevole diffusione nelle case degli italiani, dovuta al fatto che consente un risparmio economico e una gestione più semplice rispetto al tradizionale camino a legna, grazie sia alla facilità di reperimento del pellet sia alla sua praticità. Il caminetto a pellet ha una buona resa termica ed inoltre ha anche un vantaggio ecologico, poiché il pellet produce emissioni di gas inquinanti molto basse rispetto al legno, garantendo un maggior rispetto per l’ambiente.
Come il camino tradizionale, anche quello a pellet è installato nelle abitazioni per riscaldare un ambiente specifico, ma se viene collegato ad un impianto di canalizzazione, può riscaldare non solo l’intera abitazione, ma anche l’acqua sanitaria. Per tutte queste ragioni, se avete intenzione di installare un caminetto in casa, vale dunque la pena di valutare l’opzione del caminetto alimentato a pellet.
In diversi articoli abbiamo discusso dei numerosi vantaggi del caminetto a pellet. Torniamo adesso sull’argomento, per capire quali possono essere i prezzi del caminetto a pellet e se ci sono delle differenze di costo con i camini tradizionali. Se avete già dato anche solo una rapida occhiata ai prezzi dei caminetti a pellet, avrete notato che questi oscillano parecchio: il costo del camino è determinato non solo dalle caratteristiche intrinseche del prodotto, ma anche dai costi di installazione, soprattutto nel caso in cui oltre al camino, bisogna installare in casa anche un impianto di canalizzazione. In commercio troverete dunque modelli diversi con prezzi parecchio differenti tra loro. Vediamo di capire come ci si può orientare.
Il prezzo base di un caminetto a pellet completo è di circa 1.200,00 Euro, ma non è strano trovare sul mercato caminetti che abbiano un prezzo finale anche di 8.000,00 Euro. Ad incidere sui prezzi del caminetto a pellet sono fattori come dimensioni, marca, materiali, optional e caratteristiche tecniche e di funzionalità.
Il caminetto fondamentalmente è composto da una parte interna e una parte esterna. La parte interna è costituita dal focolare, dove è posizionato il combustibile. Il focolare interno è un apparecchio compatto, di solito in ghisa, in acciaio o comunque in materiali refrattari, che produce aria calda per riscaldare l’ambiente. Il costo di questa parte interna è di circa 600,00 Euro e arriva fino a un costo massimo di 2.500,00 Euro. I prezzi del caminetto a pellet variano in base alla grandezza, al materiale e alla potenza. Se avete in casa un vecchio caminetto a legna, considerate che è possibile acquistare solo questa parte interna, quindi la camera di combustione a pellet, e inserirla nel vostro camino.
La parte esterna del camino, quella a vista, è invece il rivestimento, che fa da cornice al camino adattandosi all’arredamento di casa e trasformando il caminetto in un vero e proprio oggetto di design. Il rivestimento del camino è sempre personalizzabile, in base allo stile della nostra abitazione. Si va da rivestimenti classici, rustici a quelli più moderni e minimali. Ovviamente la scelta dei materiali che vogliamo per il rivestimento esterno incidono notevolmente  sul costo complessivo del camino (https://www.biomassapp.it/blog/rivestimento-caminetti-tra-innovazione-e-novita). Ci sono materiali più costosi, come ad esempio il marmo o le maioliche disegnate, e materiali invece abbastanza economici come il grès porcellanato, ampiamente usato anche per le pavimentazioni, o il cartongesso, che rappresenta un buon compromesso tra prezzo e qualità. Le due parti, focolare interno e rivestimento esterno, possono essere acquistate separatamente. Possiamo quindi acquistare la parte interna facilmente anche online e rivolgerci a terzi per il rivestimento. Sebbene infatti non sia difficile capire che tipo di focolare acquistare, per il rivestimento spesso abbiamo bisogno di una ditta che ci aiuti con le misure e si occupi del montaggio.

Un altro fattore che incide sui prezzi del caminetto a pellet è l’aspetto, per così dire, tecnologico. 

Oltre ai modelli base, sono in commercio infatti modelli altamente avanzati, che permettono, ad esempio, di programmare accensione e spegnimento, o di impostare la temperatura attraverso pannelli digitali per i comandi o telecomandi a distanza.

Una volta stabilito il prezzo dell’inserto interno e il prezzo del rivestimento, per avere un’idea dei prezzi finali, dobbiamo considerare anche i costi di installazione, specialmente se si tratta di un camino a pellet idro, che prevede un’installazione più complessa e comporta dunque dei prezzi senz'altro superiore rispetto al camino a pellet ad aria (https://www.biomassapp.it/blog/il-caminetto-pellet-guida-all-acquisto).
Non scoraggiatevi però, non necessariamente, per avere un buon camino, bisogna spendere cifre esagerate: con una spesa di circa 2.500,00 Euro si può acquistare un prodotto di ottima qualità, che abbia anche un buon rendimento. Il consiglio è sempre quello di dare un’occhiata online, dove è possibile farsi un’idea e confrontare i prezzi dei caminetti a pellet e magari trovare qualche offerta vantaggiosa. Se fate attenzione, potete trovare anche alcune aziende che propongono dei sopralluoghi tecnici gratuiti. Inoltre, non bisogna sottovalutare il fatto che, così come per stufe e caldaie, anche per il caminetto a pellet è possibile usufruire delle agevolazioni fiscali, per cui i costi affrontati sono in buona parte ripresi nel tempo, grazie alla detrazione IRPEF del 65% distribuita in 10 anni. 

 

Scritto da Caterina Scianna

 

Ti è piaciuto questo articolo? 

Lascia un commento

Accedi o Registrati
Pubblicato da GIANCLAUDIO IANNACE